Home 9 News 9 A caldo. Ringraziamenti e riflessioni

A caldo. Ringraziamenti e riflessioni

Cagliari, 27 febbraio 2024

 

A caldo.

Ringraziamenti e riflessioni.

 

Non riesco a non ringraziare Tutt* per tutto quello che è stato fatto.

Ciascuno a modo suo.

E, immodestamente, non mi rivolgo solo ai Soc* di Sardegna 2050, ma a Tutt* quelli che direttamente ed indirettamente seguono le attività associative e quelle dei Soc* un pochino più esposti di altri.

È stata una campagna elettorale che non ha interrotto altre attività associative, come doveva essere.

È stata una campagna elettorale che non ha potuto beneficiare del tempo pieno di chi si è potuto impegnare, nessuno ha interrotto il suo lavoro ed i propri impegni familiari.

Abbiamo partecipato ad una competizione elettorale di rilevanza nazionale.

La coalizione ha vinto, ogni lista ha fatto il suo dovere.

Abbiamo abbastanza chiaro come sarà la composizione del prossimo Consiglio Regionale.

A Tutt* gli elett* va un sincero complimento ed augurio di buon lavoro, considerando però che senza l’impegno di Tutt* i Candidat* nei territori oggi la narrazione sarebbe altra.

A Tutte le persone che a vario titolo si sono impegnate nella campagna della coalizione, davvero Tantissim*, GRAZIE!

C’è la speranza che la fiamma sia ancora viva e che il fuoco possa crescere.

Non saranno cinque anni facili, ci saranno altre competizioni elettorali nel mentre, anche molto importanti. 

C’è ora circa una ventina di giorni prima che si insedi il nuovo Consiglio e la Presidente.

La prima Presidente donna della Regione Sardegna.

Che dovrà immaginare una Giunta all’altezza della sfida. Compito immane. La sfida.

C’è un programma che vale patto federativo di coalizione.

C’è da ripagare la fiducia che ci è stata concessa.

Ci sono innanzitutto i gravi problemi che vessano le persone.

Partiamo da lì.

Il nostro mondo è da ricostruire.

Con calma, pazienza, intelligenza e cura.

Con una popolazione di circa 1,6 milioni di persone, gli aventi diritto al voto sono 1,4 milioni circa. Il 25 febbraio 2024, pur essendo ancora dati parziali, hanno votato circa 750 mila persone, ossia il 51,8%.

Nel Medio Campidano il 47,4%.

Cosa mi fa venire in mente innanzitutto?

Che abbiamo solo 200 mila minorenni. Pochissimi.

Che tra quelli che non votano penso che prima ci siano quelli che avrebbero voluto ma erano impossibilitati. Penso agli anziani a casa, penso ai giovani che per lavoro e per studio non sono riusciti a tornare o, peggio, non potevano permetterselo.

Poi c’è chi non siamo riusciti a convincere. Una sconfitta per Tutt*.

Da qui bisogna ripartire. Vale per ogni schieramento, per ogni colore, per ogni ideologia.

 

Un abbraccio circolare. 

Con tutto l’affetto che posso, Vostro, Nicola

ARTICOLI RECENTI

E se parlassimo di sviluppo armonico dei territori?

E se parlassimo di sviluppo armonico dei territori?

Cagliari, 19 aprile  2024   a cura di Nicola Pirina (inter alia)   Ciò che caratterizza l’eterno ripetersi della storia è l’assenza di lungimiranza, la riluttanza ad agire quando invece l’azione sarebbe semplice ed efficace, la mancanza di lucidità, la...

Breve sui territori.

Breve sui territori.

Cagliari, 19 aprile 2024   Breve sui territori.   Una recente indagine, che segnala un calo demografico di oltre ottomila unità in Sardegna (principalmente giovani) mette in luce una problematica profonda che affligge non solo la nostra regione ma l'intero...

La gestione strategica delle risorse umane

La gestione strategica delle risorse umane

Cagliari, 18 aprile 2024 La gestione strategica delle risorse umane La gestione del personale può essere fatta in modo differenti. Per un'organizzazione come la Regione sarebbe importante enfatizzare la parte strategica. La gestione strategica delle risorse umane,...

ARGOMENTI

Non c'è ancora contenuto da mostrare.