Home 9 Opinioni e Interviste 9 società 9 Accoglienza, migrazione, pace e guerra. Ciclo di conferenze con Pietro Bartolo

Accoglienza, migrazione, pace e guerra. Ciclo di conferenze con Pietro Bartolo

Appuntamenti sabato 4 e domenica 5 maggio a Terralba, Sant’Anna Arresi, Quartu Sant’Elena e Cagliari. Confronto con cittadini e istituzioni. Con il contributo di Sardegna 2050. 

 

Terralba, Sant’Anna Arresi, Quartu Sant’Elena e Cagliari. Sono le quattro tappe del primo ciclo di conferenze aperte intitolato “Sardegna, terra di pace e di cittadinanza globale” che si terranno sabato 4 e domenica 5 maggio per riflettere su temi sempre attuali: accoglienza, migrazione, pace e guerra. Argomenti di pressante importanza in questa congiuntura storica nella quale l’Europa è chiamata nel suo complesso a ritagliarsi un ruolo autorevole. Scelte che saranno diretta conseguenza della nuova geografia dell’Europarlamento di prossimo rinnovo (6-9 giugno 2024)

L’iniziativa, dell’associazione Demos Sardegna in collaborazione con Sardegna 2050, Comitato Madiba, Granate Rosa vedrà la partecipazione di Pietro Bartolo, parlamentare europeo e già medico di Lampedusa, oltre ad altri autorevoli esponenti istituzionali e del mondo  associativo.

Il primo appuntamento sarà a Terralba, sabato 4 maggio a partire dalle 10, nella sala conferenze dell’istituto superiore De Castro in via Rio Mogoro 70. Dopo i saluti del dirigente scolastico Pino Tilocca e del sindaco di Terralba, Sandro Pili, interverranno Alessandro Rosas e Simona Atzei di Madiba, coscienza civile. A seguire gli interventi di: Giampiero Farru (referente regionale di Libera Sardegna), Nicola Pirina (presidente di Sardegna 2050) e di Pietro Bartolo (europarlamentare).

Subito dopo apertura del dibattito con studenti e partecipanti. Al termine di questo momento la parola a Mario Arca (segretario regionale Demos). Chiusura affidata a Rosalba Cocco (Granate Rosa).

Seconda tappa, sempre sabato 4 maggio stavolta alle 17, al centro di aggregazione sociale di via Giudice Mariano a Sant’Anna Arresi. 

Avvio con i saluti istituzionali della sindaca di Sant’Anna Arresi, Teresa Diana; a seguire, l’introduzione di Elisabetta Rossu (assessora ai Servizi Sociali del comune di Sant’Anna Arresi). Poi gli interventi di: Nicola Pirina (presidente di Sardegna 2050), delle autorità del territorio e di Pietro Bartolo (Parlamentare europeo). Successivamente spazio agli interventi e poi la replica sempre di Pietro Bartolo. Conclusioni affidate a Mario Arca (segretario regionale Demos).

Terzo momento di confronto, stavolta a Quartu Sant’Elena nella sala affreschi dell’ex Convento dei Cappuccini, in via Brigata Sassari 35. Inizio alle 10.30 con l’introduzione di Marina Del Zompo (assessora ai Servizi Sociali del comune di Quartu Sant’Elena). Emanuele Cabras (Sardegna 2050), Efisio De Muru (vicepresidente nazionale AICCRE), Graziano Milia (sindaco di Quartu Sant’Elena) e Pietro Bartolo (Parlamentare europeo) interverranno in successione. Spazio al dibattito e replica finale di Bartolo. Conclusione affidate e Mario Arca (segretario regionale Demos).

Chiusura a Cagliari nel pomeriggio del 5 maggio alla Fondazione Enrico Berlinguer, in via Emilia 39. Inizio alle 17:00 con l’introduzione di Pietrina Canu (associazione Nelson Mandela); a seguire l’intervento di Nicola Pirina (presidente di Sardegna 2050), Massimo Zedda (candidato a sindaco per la città di Cagliari), Pietro Bartolo (europarlamentare).

Subito dopo apertura del dibattito al pubblico. Replica Pietro Bartolo e Massimo Zedda.

Conclusioni affidate a Mario Arca (segretario regionale Demos).

 

ARTICOLI RECENTI

Demoni.

Demoni.

Cagliari, 27 maggio 2024   Demoni.   Quando i sogni falliscono e ci troviamo circondati da persone che ci deludono o ci danneggiano, cerchiamo spesso rifugio negli affetti familiari o nelle amicizie più strette. Tuttavia, anche chi ci vuole aiutare può avere...

Ci sono. Ci siamo.

Ci sono. Ci siamo.

Cagliari, 23 maggio 2024   Ci sono. Ci siamo.   In un mondo sempre più frenetico e individualista, è facile perdere di vista l'importanza della solidarietà e del sostegno reciproco. Tuttavia, è proprio nei momenti di difficoltà che il valore delle reti...

Bisogna sforzarsi di fare meglio. 

Bisogna sforzarsi di fare meglio. 

Cagliari, 23 maggio 2024   Bisogna sforzarsi di fare meglio.    E a volte di fare e basta. Questo mondo è troppo grande per avere sogni piccoli. La Sardegna si trova a un bivio cruciale. Per anni, l’isola ha vissuto una sorta di stasi economica e sociale,...

ARGOMENTI

Non c'è ancora contenuto da mostrare.