Home 9 Lab Scuola e Cultura 9 Business is business

Business is business

Business is business

Un approccio (laddove possibile) pragmatico per superare le frizioni personali 

 

Nel mondo degli affari, il detto business is business riflette una mentalità pragmatica che separa le questioni personali dalle decisioni professionali. L’accezione positiva di questo principio, sebbene importante in molti mondi, trova meno applicazione nel campo politico, dove le dinamiche personali e le frizioni spesso influenzano decisioni e politiche.

Nel contesto aziendale, business is business implica una netta distinzione tra le relazioni personali e le decisioni professionali. Questo approccio promuove l’obiettività, minimizza i conflitti di interesse e incoraggia la valutazione basata sul merito e sull’efficacia. Le decisioni aziendali sono guidate da dati, analisi di mercato e strategie finalizzate al raggiungimento degli obiettivi aziendali, piuttosto che da simpatie personali o antipatie.

Al contrario, la politica è spesso permeata da relazioni personali e rivalità che possono ostacolare l’efficacia delle politiche pubbliche. Le decisioni politiche sono frequentemente influenzate da alleanze, opinioni personali e, in alcuni casi, da interessi personali. Questo può portare a decisioni che servono gli interessi di pochi piuttosto che il bene comune, generando inefficienze e compromettendo la fiducia pubblica nelle istituzioni.

Adottare un approccio business is business in politica non significa ignorare i valori o l’etica, piuttosto, si tratta di enfatizzare l’importanza dell’oggettività e della razionalità nelle decisioni politiche.

Questo implica valutazioni basate su dati e fatti, ricerche e analisi oggettive, non da opinioni personali o politiche. Trasparenza e responsabilità. Promuovere la trasparenza nelle decisioni e nelle azioni politiche, garantendo che i leader siano responsabili delle loro scelte e delle loro conseguenze. Separazione degli interessi personali: i politici (e/o gli aspiranti tali) dovrebbero attivamente evitare conflitti di interesse e assicurarsi che le loro decisioni siano nell’interesse pubblico.

Integrare il lato buono del principio business is business nella politica potrebbe migliorare significativamente l’efficacia delle politiche pubbliche. Approcci più oggettivi e meno personali possono portare a decisioni più equilibrate, razionali e nel migliore interesse della società.

Il contesto politico presenta sfide uniche. Servono nuove prospettive.

Serve un cambiamento. Perché tutto cambi, tutto deve cambiare.

 

Un sorriso, Nicola

ARTICOLI RECENTI

About social.

About social.

Cagliari, 13 giugno 2024   About social.   I social network hanno vissuto una metamorfosi significativa dalla loro nascita. Inizialmente creati per rafforzare i legami sociali e connettere persone, queste piattaforme sono diventate dei potenti strumenti per...

Common good.

Common good.

Cagliari, 12 giugno 2024   Common good.   Esiste una sottile linea di confine tra gli studi dei futurologi e la filantropia. Sono i beni comuni. Le due discipline offrono un punto di incontro su un tema cardine. Ai più potrebbe non sembrare, ma la comunità...

Croci e sacrestani.

Croci e sacrestani.

Cagliari, 11 giugno 2024   Croci e sacrestani.   Ci sono due detti che mi hanno colpito questa settimana:   Bisogna fare attenzione a dove si mette la croce perché poi bisogna portarla Se non diventi mai parroco e rimani sempre sacrestano qualcosa...

ARGOMENTI

Non c'è ancora contenuto da mostrare.