Home 9 News 9 Ciao Gigi Riva. Grazie <3

Ciao Gigi Riva. Grazie <3

Cagliari, 23 gennaio 2024

Ciao Gigi Riva. Grazie <3

Pensieri a margine della camera ardente.

 

In un’era definita dalla pandemia, evento globale che ha rivelato le fragilità del tessuto mondiale, siamo stati testimoni di devastazioni, paure, perdite e, purtroppo, di un’apparente amnesia collettiva riguardo alle lezioni che avremmo dovuto imparare. La gestione della crisi, le risposte delle comunità e dei governi, gli impatti sulla vita quotidiana e sull’economia globale hanno messo in luce vulnerabilità e forze egemoni.

Sono immediatamente passate in secondo piano solidarietà, etica, pace, antifragilità e l’importanza di agire con previdenza e cura per il prossimo.

Ma, come spesso accade nella frenesia del progresso e nel ritmo incessante del quotidiano, le lezioni sembrano svanire, inghiottite dalla ripresa di vecchie abitudini, dalle guerre, dalle campagne elettorali, dall’oblio di quanto siamo stati vicini a comprendere veramente cosa significhi essere una comunità globale interconnessa. L’umanità, nella sua corsa verso il futuro, ha dimostrato di avere una memoria corta, di ripetere errori già commessi, di dimenticare troppo in fretta i sacrifici e le scoperte nate dal dolore e dalla sofferenza.

 

Eppure, mentre ci interroghiamo su come ricordare e come imparare, la scomparsa di Gigi Riva, avvenuta ieri, ci offre una prospettiva diversa, anche su questo aspetto, un nuovo capitolo da cui attingere saggezza. Riva, leggenda indiscussa del calcio mondiale, simbolo di una lealtà sportiva quasi mitologica con la sua storica militanza nella Cagliari Calcio, è stato molto più che un semplice atleta. È stato un uomo di valori, un esempio di integrità, umiltà e dedizione, qualità che lo hanno reso un vero e proprio eroe dei nostri tempi, un galantuomo in un’epoca in cui la figura del vero gentiluomo sembra appartenere più alle pagine della storia che alla realtà quotidiana.

La vita e la carriera di Riva ci insegnano che l’eroismo, la fedeltà, l’attaccamento alla maglia ed alla terra, al popolo ed ai suoi principi e valori, la capacità d’essere vero capitano … non risiedono solo nelle gesta eccezionali, ma anche nella capacità di vivere secondo principi elevati, nel mettere la comunità prima del sé, nel valorizzare l’umanità comune oltre le rivalità e nelle piccole azioni quotidiane che tessono la trama di una società più giusta e comprensiva. In un mondo post-pandemico che ancora cerca la sua bussola morale, la figura di Riva emerge come faro, un promemoria che le lezioni più profonde spesso provengono non dalle crisi globali, ma dalla forza silenziosa di individui che scelgono di vivere con onore e col cuore in mano.

Forse, ciò che il Covid e le innumerevoli altre tragedie non sono riuscite a insegnarci, o che abbiamo troppo rapidamente dimenticato, Riva oggi ce lo ricorda con la sua ultima, definitiva lezione: la grandezza umana si misura non solo nelle battaglie vinte, ma nella grazia, nell’etica e nell’amore che mettiamo in ogni nostra azione, grande o piccola che sia.

 

Consegnando la sua vita al Padre Eterno, Riva non ci lascia solo un’eredità di successi sportivi, ma un messaggio più profondo, un invito a riscoprire quei valori universali che possono davvero guidarci verso un futuro migliore.

In questo momento di riflessione, possiamo solo sperare di ascoltare con attenzione, di imparare da esempi come il suo, di fare tesoro delle lezioni offerte dalla sua vita per non ripetere gli stessi errori, per costruire comunità più buone, più unite, più umane. Forse, allora, potremo dire di aver veramente imparato qualcosa dalle prove che abbiamo affrontato, onorando così non solo la memoria di un grande uomo, ma anche quella di tutti coloro che abbiamo perso lungo il cammino.

 

Una preghiera ed un affettuoso saluto.

Vostro affezionatissimo, Nicola

ARTICOLI RECENTI

About social.

About social.

Cagliari, 13 giugno 2024   About social.   I social network hanno vissuto una metamorfosi significativa dalla loro nascita. Inizialmente creati per rafforzare i legami sociali e connettere persone, queste piattaforme sono diventate dei potenti strumenti per...

Common good.

Common good.

Cagliari, 12 giugno 2024   Common good.   Esiste una sottile linea di confine tra gli studi dei futurologi e la filantropia. Sono i beni comuni. Le due discipline offrono un punto di incontro su un tema cardine. Ai più potrebbe non sembrare, ma la comunità...

Croci e sacrestani.

Croci e sacrestani.

Cagliari, 11 giugno 2024   Croci e sacrestani.   Ci sono due detti che mi hanno colpito questa settimana:   Bisogna fare attenzione a dove si mette la croce perché poi bisogna portarla Se non diventi mai parroco e rimani sempre sacrestano qualcosa...

ARGOMENTI

Non c'è ancora contenuto da mostrare.